Far from Any Road (True Detective 1)

true-detective-episode-1Ok. Siamo a metà percorso. Abbiamo cominciato a guardare, e ascoltare, le sigle più belle: dalla numero 10 alla 6. Ora tocca arrivare fino in fondo. E sì, lo ammetto. Qualcuna me la sono persa per strada (The Americans, per esempio). In un’altra mi sono imbattuto quando avevo già stilato la classifica (Misfits). La sigla di The Wire, poi, avrei proprio voluto inserirla: peccato che non ci fosse più posto… Ma non importa: ora è il momento delle cinque migliori. Eccole: 

5# Twin Peaks. Giù il cappello davanti al maestro Angelo Badalamenti, che si mise al pianoforte e compose l’intro della serie cult dei Novanta in appena 20 minuti. Pare che David Lynch, ascoltate quelle note, disse: “Hai appena scritto il 75% della colonna sonora. E’ il senso di tutto, è Twin Peaks“.

4# True Blood. Ai piedi del podio c’è una serie… che non ho guardato. Embé? La sigla è talmente bella! La canzone è Bad Things di Jace Everett, mentre il video è opera di Digital Kitchen, lo stesso studio che ha realizzato l’intro di Dexter (e di Six Feet Under).

3# Dexter. Tutta la sigla è giocata sull’ambivalenza: gesti banali, come friggere un uovo o affondare un’arancia nello spremiagrumi, che possono significare tutt’altro. Sì perché l’autore di quei gesti è il serial killer buono Dexter Morgan… Una tizia, tale Catalin Brylla, ha scritto addirittura un trattato sulla Morning Routine di Dexter.

2# Game of Thrones. Quindici milioni e passa di visualizzazioni su YouTube sono un bel biglietto da visita, o no? Se cerchi una sigla che ti catapulta dentro la serie, beh, eccola. Accompagnato da violoncello, percussioni e violini, lo spettatore vola sopra il modello tridimensionale meccanizzato che riproduce il mondo di Game of Thrones: King’s Landing, le rovine di Winterfell, The Wall… Non vedo che arrivi aprile per scoprire che succede nella nuova stagione.

1# True Detective 1. “From the dusty may sun, her looming shadow grows, hidden in the branches of the poison creosote…”. Scelta azzeccatissima quella di Far from Any Road, degli Handsome Family, per la sigla della prima stagione. Le voci caldissime di Brett e Rennie Sparks fanno da antipasto musicale all’inquietante mistero ambientato in Louisiana. Fuoco e acqua, meduse e croci. Per me: numero 1.

[VEDI LE POSIZIONI 10-6]

Annunci

3 pensieri su “Far from Any Road (True Detective 1)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...