Homeland e l’attentato a Bruxelles (le analogie)

idomeni-refugee-brussels-attackGià mi aveva sorpreso, nell’ultima stagione di Homeland, che un personaggio facesse un riferimento esplicito agli attentati di Parigi del novembre scorso. “Nessuno vuole un’altra Parigi” dice Allison Carr, capo della Cia a Berlino, in un episodio andato in onda appena tre settimane dopo gli attacchi. Ora però, dopo l’attentato di Bruxelles, sono ancora più stupito. Perché questo attacco presenta più di un punto di contatto con quello che abbiamo visto in Homeland 5.Continua a leggere…

Tutti contro Netflix (Sky, Mediaset & Co.)

img_phpDi solito non leggo gli inserti economici. Quando provo a sfogliarli, i titoli e i sommari incomprensibili mi rimbalzano indietro come un muro di gomma. Ieri però mi è capitato in mano l’ultimo Affari&Finanza e il titolo di apertura era questo qui: “La grande alleanza anti Netflix“. Trattandosi di un argomento a me caro, ho deciso di vincere la mia naturale ritrosia verso la finanza… E ho scoperto un bel po’ di cose interessanti.Continua a leggere…

Cinque cose che ho scoperto sui supereroi (Daredevil)

 

Matthew_Murdock_(Earth-199999)_from_Marvel's_Daredevil_poster_002Torno sul tema supereroi per dire che, ahimé, non mi hanno mai appassionato. Non faccio i salti di gioia per l’Uomo Ragno, non corro a vedere Flash, non volo al cinema quando esce un film su Superman. E nemmeno mi strappo le vesti per Hulk. Però ho guardato la prima stagione di Daredevil e devo confessare che non me ne sono pentito… Anzi, magari mi guarderò pure la seconda (dal 18 marzo su Netflix).Continua a leggere…

Supereroi in tutte le salse (Batman v Superman)

batmanvsuperman-xlargeGiovani non sono. Superman è nato nel 1938 e va per gli ottanta, Batman ha un anno di meno. Eppure sono più arzilli che mai: il 23 marzo uscirà in Italia Batman v Superman: Dawn of Justice, filmone che si annuncia come il più caro di sempre (400 milioni di dollari), con il vecchio Ben Affleck nella parte di Bruce Wayne e il giovane Henry Cavill che interpreta Clark Kent. Il pipistrello e l’uomo volante, l’un contro l’altro armati. Due filosofie opposte a confronto. Continua a leggere…

Elezioni Usa: a chi somiglia a Frank? (House of Cards 4)

tumblr_inline_ndqtwctLsY1qlr65vSe fossi un elettore americano avrei pochi dubbi: voterei il candidato che somiglia di meno a Frank Underwood. Perché? Ma come perché… Il protagonista di House of Cards (la quarta stagione inizia il 4 marzo su Sky Atlantic) è un concentrato di perfidia ed egoismo.  Un manipolatore disposto, pur di conquistare il potere, a fare proprio tutto. E dunque nel giorno del Supertuesday, che deciderà le sorti degli Stati Uniti, la domanda è: fra i candidati alle primarie, chi è il più simile a Underwood?Continua a leggere…