In morte della televisione (1a puntata)

the-death-of-television-may-be-just-5-years-awayC’avete fatto caso? Negli ultimi tempi, quando si parla di televisione, non si chiede più se è destinata a scomparire, ma quando. Eppure i freddi numeri dicono una cosa molto diversa: e cioè che guardiamo sempre più televisione (sotto, gli ultimi dati Ihs). Una contraddizione, o un equivoco, che ho cercato di chiarire in questa inchiesta che ho scritto per Style. Qui su Essecomeserie la ripubblico in due puntate. Continua a leggere…

Annunci

La serie Netflix più sottovalutata (Bloodline)

rs_300x300-150319110402-600-bloodline-kyle-chandler.jw.31915Il vicesceriffo John Rayburn non mi è mai stato simpatico. Sin dalla prima puntata di Bloodline. Forse perché rappresenta il figlio perfetto, quello sempre impegnato a tenere tutti uniti, a controllare gli altri, a tenerli sulla buona strada – insomma il fratello ficcanaso che nessuno vorrebbe. O forse perché è la voce narrante della serie: e chi racconta, come ci ha insegnato Mr. Robot, la mette giù un po’ come gli pare.Continua a leggere…