Il meglio del peggio di Gomorra (la classifica)

conteMetti una serata fra amici: qualche birra, qualche superalcolico. Metti che si inizi a parlare di Gomorra. Quali sono le scene che rimangono più impresse? Beh, facile. Le scene migliori sono quelle, fra molte virgolette, peggiori. È uno dei segreti del successo di Gomorra, che nascondendosi dietro a personaggi in tutto e per tutto negativi, non uomini ma mostri, eroi malvagi, non occulta le scene più scomode. Anzi: le ostenta, le esibisce. 

Vi avviso in anticipo che questo post è pieno zeppo di spoiler: tanto ormai tutti i fan hanno guardato la seconda stagione, e se non l’hai ancora fatto peggio per te, la prossima volta muoviti per tempo! Dunque, dicevamo. Le scene più politicamente scorrette, quelle eccessive, imbarazzanti, che fanno appello a nostri istinti più barbari (chi non vorrebbe sparare nelle palle dell’amante che gli ha messo le corna…) e rimangono scolpite nella memoria.

Solo una volta, considerando entrambe le stagioni, ho avuto l’impressione che gli sceneggiatori provassero vergogna, che nello scrivere la scena avessero pensato: no, questo no. Succede quando Malammore, il fido scagnozzo di don Pietro Savastano, uccide a sangue freddo la figlia di Ciro: lo spettatore non vede la ragazzina che muore, solo Malammore che spara. Ammazzare un bambino è troppo pure per un camorrista. Per il resto, nessun limite. Ecco allora la mia top five, il meglio del peggio di Gomorra.

#5: Vienet’ a’ piglia’ o perdono (1a stagione)

Il mitico Salvatore Conte, pace all’anima sua, sapeva anche perdonare. “È tutto a posto” dice a Danielino, “vieniti a prendere il perdono”. Sorriso affettuoso, abbraccio paterno, quindi il colpo di pistola in testa. Persino a Enrico Letta (“Stai sereno…”) era andata meglio.

#4: Il karaoke di Scianel (2a stagione)
Scianel che si sistema la scollatura nel suo bagno, e intanto canta Non sono una bambola: ecco una di quelle scene che non avremmo mai voluto vedere. Se poi al posto del microfono c’è un vibratore, allora…

#3: Biv! (1a stagione)
In certi contesti la fiducia è tutto, e non a caso a chi tradisce sono riservate le punizioni peggiori (vedi sopra). Ma come testare l’affidabilità dei propri scagnozzi? Don Pietro ha un suo metodo infallibile: se mi sei davvero fedele, bevi!

#2: C’ so’ vnut mmocc’ (1a stagione)
Per molti fan, il Genny riflessivo e calcolatore di Gomorra 2 ha rappresentato una piccola delusione. Che nostalgia per quel ragazzone ruspante, che nella prima stagione aveva brevettato un infallibile metodo contraccettivo.

#1: Pesce a pesce (2a stagione)

Sul gradino più alto del podio ci sale, di diritto, la cena di compleanno di Salvatore Conte. Nozze gay? Adozione a coppie dello stesso sesso? Mmm, due questioni che non sembrano essere ancora entrate nell’agenda dei boss della camorra…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...