Netflix è un gioco da ragazzi (Skylanders Academy)

skylanders-academy-02-e1466796874749Una valanga di cartoni in arrivo su Netflix. La novità è Skylanders Academy, il cartone ispirato alla famosa serie di videogiochi disponibile da qualche giorno sulla piattaforma. Ma da qui al 2018 usciranno altri sei titoli dedicati a bambini e ragazzi: la seconda stagione di Kong: King of the Apes, Llama Llama basato sui libri di Anna Dewdney, il secondo capitolo di Skylanders Academy, il cartone animato Hilda, Spy Kids: Mission Critical e Spirit Riding Free ispirato a un film già nominato all’Oscar.

Secondo il sito Hollywoodreporter.com, poi, altri ancora sono già stati ordinati. La strategia di Netflix è piuttosto chiara: abbassare il target d’età per conquistare nuovi clienti. Oggi la piattaforma è popolare soprattutto fra chi ha dai 20 ai 50 anni, cioè il pubblico abituato a usare internet e interessato a film e serie tv. Con i cartoni punta a conquistare i più giovani e quindi le famiglie, ma guarda anche più in là: se abituo un ragazzino a guardare la tv online, è probabile che continuerà a farlo anche dopo, quando diventerà un potenziale cliente.

Allargando il suo target, Netflix si posiziona sempre più vicino a Sky, il principale concorrente in Italia, che nel suo pacchetto Famiglia offre tanti canali dedicati ai bambini. Certo, rispetto alle pay tv tradizionali (Sky ma anche Mediaset) manca ancora lo sport: ma considerando che Twitter, negli Stati Uniti, ha i diritti per trasmettere il football americano, è probabile che anche in questo settore il panorama sia destinato a cambiare nei prossimi anni.

skylanders-academy-lancio

L’ultimo arrivato fra i cartoon, si diceva, è Skylanders Academy. La serie è basata sul videogioco che con Imaginators, uscito il 14 ottobre, ha aggiunto alla saga la sua sesta puntata (la novità è che i giocatori possono creare autonomamente i personaggi). Il cartone ha una trama autonoma che ruota attorno all’accademia e allo Skylanders Team, mentre i personaggi, da Padron Eon al draghetto Spyro, da Eruptor a Stealth Elf, dal cattivissimo Kaos al suo maggiordomo Glumshanks, sono gli stessi del videogame. 

Netflix e Activision hanno previsto due stagioni da 13 episodi (20 minuti ciascuno): la seconda arriverà nell’autunno 2017. Skylanders Academy è la prima produzione degli Activision Blizzard Studios, creati un anno fa da Activision per realizzare degli spin-off televisivi dei suoi videogame più famosi. Non sarà l’ultima: una serie tv dedicata a Call of Duty, altro titolo di enorme successo di proprietà di Activision, sarebbe già in lavorazione (dopo che quest’anno è uscito anche il film su World of Warcraft).

Nel mondo dei videogiochi, Skylander è uno dei casi degli ultimi anni. Nato nel 2011 e pensato per bambini e ragazzini dai 5 ai 12 anni, è stato il primo prodotto di successo a introdurre i toys-to-life, vale a dire oggetti fisici che interagiscono con lo schermo (nel caso di Skylander sono le statuette degli eroi, ognuna dotata di un chip, che entrano in gioco quando vengono collocate nel Portale del Potere). In cinque anni il marchio, che fattura tre miliardi di dollari, ha venduto 250 milioni di statuette in 196 Paesi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...