Le audio serie sbarcano in Italia (Lovers Hotel)

rsi_lovers_hotel-027Chi ha ucciso Antonio Roveda? Chi c’era con lui nella stanza numero nove del Lovers Hotel? Per scoprirlo bisogna spegnere la televisione, oppure chiudere il laptop, e indossare le cuffione extra-large. Per una volta non parliamo di una serie tv ma di una audio serie, aggiornamento 2.0 dei vecchi radiodrammi che nell’epoca d’oro della serialità sono tornati in auge.

Ve la ricordate Serial? Era il 3 ottobre del 2014 e negli Stati Uniti andava in onda la prima puntata di questa serie audio (disponibili in podcast) che ricostruiva in 12 episodi le indagini sull’omicidio della studentessa 18enne Hae Min Lee. Una specie di Making a Murderer, o The Jinx se preferite, in versione radiofonica. Bene: Serial scalò le classifiche di ascolto di iTunes fino alla prima posizione e ci rimase per diverse settimane, trasformandosi in un caso negli Usa e non solo.

Da qualche mese Audible, società di proprietà di Amazon che offre ai suoi abbonati oltre 200 mila fra audiolibri e altri contenuti audio, è arrivata anche in Italia (attualmente sono 12.500 i contenuti disponibili da noi). La scorsa settimana ha presentato la sua prima audio serie originale realizzata per il mercato italiano. S’intitola Lovers Hotel, è ambientata a Milano e ruota attorno all’omicidio dell’ambiguo usuraio Antonio Roveda.

Audible ha curato tutto nei minimi particolari, affidando la produzione alla Radio Svizzera, la regia a Sergio Ferrentino e il testo a due maestri del genere noir, il “vecchio” Massimo Carlo e il “giovane” Piergiorgio Pulixi. «La scrittura di una serie audio è molto diversa rispetto sia a quella di un romanzo, sia a una sceneggiatura per la tv. L’esperienza di Lovers Hotel apre una strada e dimostra che, attraverso l’audio, si possono raccontare un sacco di storie in maniera molto efficace» ha detto lo scrittore della serie dell’Alligatore.

audible_cover-lovers-hotel

Ho ascoltato il primo quarto d’ora e devo dire che promette bene. Solo una cosa mi ha lasciato perplesso: mi sarei aspettato puntate brevi, di mezz’ora o giù di lì, invece la serie è composta da sei episodi da un’ora (ascoltabili anche in una versione lunga da sei ore). Il perché l’ha spiegato, indirettamente, il country manager di Audible Italia Marco Azzani: «Siamo un servizio essenzialmente mobile che viene fruito attraverso l’app. L’ascolto è molto “interstiziale”: durante gli spostamenti, lo sport, i lavori di casa».

Audible è disponibile solo in versione premium a 9,99 euro al mese (gratis il primo mese di prova). Qualche altro numero interessante: l’ascolto medio in Italia è di 24 minuti al giorno, il 95 per cento degli ascolti riguarda contenuti in italiano. «Per noi rappresenta una sfida e una grande opportunità. Producendo contenuti ad hoc, favoriremo la crescita di professionalità specializzate qui in Italia» ha detto Azzani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...